Crea sito

«

»

Gen 11 2014

Stampa Articolo

Parole Pendolari – Crisi Coniugale

Mezzo di trasporto: treno [Torino P.S. – Bra]
Ora: 14:35
Lougo: Torino

Una signora di circa 40 anni parla al telefono. Sebbene sia a diverse poltrone di distanza dalla mia, riesco a sentire le sue parole come se fosse seduta al mio fianco. Il tono della voce è estremamente alterato…

“Quello stronzo figlio di puttana! Domani deve andare a Savona, sicuramente da quella zoccola dell’amante… spero si schianti in autostrada e ci resti secco, così mi lascia almeno i soldi! Dico sul serio, mica scherzo su ste cose! Anzi, si schiantasse mentre va a scopare con la zoccola e crepasse pure lei!”

La conversazione continua ancora per qualche secondo, prima di terminare. Passano pochi minuti e la donna torna a conversare al cellulare. Questa volta pare molto più calma e dolce nella conversaizone…

“Ciao Tesoro […] Ascolta, domani mio marito non c’è, abbiamo casa libera… per che ora riseci a venire? […] Perfetto, allora a domani amore. Ciao!”

Permalink link a questo articolo: http://micheletallone.altervista.org/parole-pendolari-crisi-coniugale/

2 comments

  1. Pendolante

    Noo, dai. Giura che è vera!

    1. Michele Tallone

      Giuro solennemente che quanto hai letto è la pura verità!

Commenti disabilitati.